Fondo Franco Evangelisti

Fondo Franco Evangelisti

Nel novembre 2017 la Fondazione Isabella Scelsi ha ricevuto dagli eredi in forma di comodato d’uso il fondo documentario del compositore romano Franco Evangelisti (1926-1980), compreso in arco temporale che si estende dall’inizio degli Anni ’30 alla morte prematura del compositore, avvenuta il 28 gennaio 1980 a Roma.

Il fondo è composto da diverse tipologie di materiali: documenti e oggetti personali, appunti manoscritti e dattiloscritti di varia natura, testi di altri autori, corrispondenze, fotografie, nastri, dischi, partiture a stampa di altri autori e partiture manoscritte e a stampa di Evangelisti.

La ricchezza del materiale conservato permette di affrontare una analisi approfondita della parabola biografica e artistica di Evangelisti, a partire dagli anni della formazione (in Italia e all’estero) fino agli anni della sua massima espressione come intellettuale, compositore e artista in ambito nazionale ed internazionale. Nucleo centrale del fondo sono le sue partiture, di grande formato, a matita, fragili, in particolare quella di Die Schachtel, cui si aggiungono le versioni preparatorie del suo volume Dal silenzio a un nuovo mondo sonoro, dattiloscritti e appunti per i suoi numerosi scritti, corrispondenza con una esteso numero di musicisti e intellettuali, prevalentemente in Italia e in Germania. Il fondo è in comodato d’uso e conserva inoltre nastri, programmi di sala, fotografie, locandine.

 

Sviluppo PanPot