La biblioteca

Biblioteca della Fondazione Isabella Scelsi

Importante novità è la Biblioteca della Fondazione Isabella Scelsi, con la possibilità di fruire un patrimonio librario di oltre 1.300 volumi appartenuti a Scelsi, alla sua famiglia, e agli artisti che hanno di recente donato i loro fondi.

La Biblioteca è stata istituita nell’aprile del 2016, con adesione al Polo SBN delle Biblioteche Pubbliche Statali di Roma; i volumi sono catalogati in OPAC-SBN, permettendo una agevole consultazione da remoto.

Opac Fondazione Isabella Scelsi

Il nucleo iniziale del patrimonio librario è costituito dal Fondo Giacinto Scelsi: monografie, periodici, musica a stampa e dischi appartenuti al Maestro e rinvenuti nei locali di via di San Teodoro. Questo fondo conta circa 1300 volumi appartenuti a Scelsi e alla famiglia, di argomento molto eterogeneo, con un consistente nucleo su filosofie orientali, buddismo, induismo, teosofia, spiritualità, yoga. Spicca la varietà linguistica (italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco e svedese).

Al nucleo iniziale della Biblioteca appartiene altresì il Fondo Fondazione Isabella Scelsi, composto da monografie, periodici e musica a stampa raccolti nel corso delle attività dell’istituzione.

Divenuta in breve tempo punto di riferimento culturale nel panorama nazionale ed internazionale, la Biblioteca ha recentemente accolto in forma di comodato d’uso due ulteriori fondi bibliografici appartenuti a importanti artisti del XX secolo: Franco Evangelisti e Massimo Coen.

La biblioteca di Franco Evangelisti raccoglie circa 700 volumi, prevalentemente monografie e periodici, con un cospicuo numero di libri in tedesco e in inglese. Appassionato lettore di Theodor Adorno, emerge la spiccata propensione di Evangelisti per la fisica, l’acustica, l’ingegneria, tutte discipline volte a supportare la sua peculiare visione della musica e della composizione.

La biblioteca di Massimo Coen proviene dall’abitazione del violinista e compositore romano, scomparso nel 2017, e raccoglie circa 200 volumi, tra monografie e periodici, di argomento vario: saggistica, storia della musica, musicologia, letteratura, testi teatrali… per citarne solo alcuni. Spicca un consistente nucleo di testi in lingua francese, oltre a testi in lingua inglese e tedesca.

Caratteristiche fondamentali del patrimonio bibliografico della Biblioteca sono la molteplicità degli argomenti e dei contenuti, la pluralità delle lingue, la varia natura del materiale conservato e l’ampio raggio cronologico.

Sviluppo PanPot